Musica e Vino , un Rapporto Millenario Featured

Il binomio Vino-Gastronomia ha sempre avuto una grandissima importanza fin dai tempi più antichi; a questi due elementi, già dai tempi della Mesopotamia, si aggiunse la musica.

La Musica veniva usata come sottofondo durante i banchetti; per i Romani la aveva come unica funzione l'intrattenimento e veniva quindi usata durante i Baccanali, le orge e le feste in generale.

Una testimonianza del rapporto tra il vino e musica la troviamo in alcuni manoscritti dei Carmina Burana, composti nel 1300 a.C. I testi, perlopiù Goliardici, inneggiano alla sensualità e all'amore per la vita con musiche di vario genere, in particolar modo composte sullo schema dei drammi sacri. Il più celebre di questi canti è sicuramente In taberna quando sumus: in questo canto, gustare il cosiddetto “nettare egli dei” rende tutti uguali, facendo scomparire le varie differenze sociali dell'epoca.

Nel periodo rinascimentale la tematica arricchisce moltissimi madrigali e villanelle; Siamo in un periodo molto importante per la storia della musica in quanto ormai tutti possono suonare e comporre qualcosa. Proprio per questo motivo anche l'iconografia del tempo ci suggerisce molti scenari in cui vengono ritratte lezioni di musica, sempre con un calice di vino in bella vista.

Il mondo dell'opera è forse quello dove il rapporto tra musica e vino viene più rappresentato: da Mozart a Rossini, passando per i maggiori compositori ottocenteschi. Il vino nell'opera è un protagonista sia scenico (moltissime tavole sono imbandite con leccornie di ogni tipo e innumerevoli calici di vino) sia nei libretti: in svariate sceneggiature infatti viene per esempio fatto ubriacare l'antagonista dell'opera in modo da poter svoltare la trama della messa in scena.

 

Oggi il rapporto tra musica e vino è più che mai vivo: innumerevoli sono le rassegne dove si propone live music accompagnata da wine tasting (degustazione) . Anche il territorio di Alcamo ha recentemente organizzato una rassegna di questo tipo: nell'agosto 2011 si è infatti svolto presso l'ex collegio dei gesuiti di Alcamo la prima , edizione del Wine and jazz, con ospite d'onore della serata il celebre Chitarrista Francesco Buzzurro. La manifestazione ha registrato una grandissima presenza di pubblico, in questi mesi si sta lavorando alla seconda edizione che si svolgerà nell'estate Alcamese del 2015.

Fabrizio Testa

Rate this item
(0 votes)

More in this category:

Archivio

« August 2017 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
Vai all'inizio della pagina